La mangiatrice di cera.

images-2Deposta l’anima in una tazzina di ferro arruginito, sciolgo le cere. Scelgo il grigio misto al marrone. Sento ribollire il pentolone mentre il mio corpo, lento si piega. Le ossa si scompongono, ho braccia attaccate al cervello, gambe incastrate fra le costole. I miei occhi scivolano in bocca mentre la lingua mi si incolla alla schiena. Son deforme, presto cera mia, ribolli a darmi vita. Dalla bocca ingoio sorsate incandescenti, non ne avverto né sapore né calore. Poco a poco riprendo forma e a guardar bene, senz’anima mi ritrovo. Non ho di che vantarmi, non ho da lamentarmi. Sono una mangiatrice di cera e di questo vado fiera. Divento un corpo, ogni volta ,  tutte le volte..ma senz’anima devo restare. Questo è il compromesso dell’amara accettazione.

m-600x816

Paola.

Annunci

25 thoughts on “La mangiatrice di cera.

      1. Paola, puoi contattare la Viki da parte mia (per piacere) per dirle che penso che i miei commenti siano nel suo spam?
        Grazie… a volte capita…

        Mi piace

Fammi paura con ciò che pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...