Riflessioni semplici e chiare

Certa gente crede ad ogni cosa che legge in Rete. Secondo me, queste persone vengono pagate per fare ste cose. Non si può essere così citrulli. Scrivo così perchè chi crea certe notizie, si rende conto che sono cazzate ma si rende anche conto che c’è un terrore mediatico fuori dal comune e quindi basta poco, per gettare tutti nel Chaos! Facebook è l’esempio più calzante, un ricettacolo di mafiosi e sfigati ma senza coraggio d’azione.

11385201_858425934193295_622116206_n
Il Fascismo rimane tutt’ora il peggior governo italiano e quello che si dice su presunti Decreti Legge e riforme di vario genere, in realtà risalgono ai tempi di Giolitti (liberale, mai e poi mai vorrei si pensasse che fosse un comunista o un social-democratico). Monti con la falce e martello è il chiaro simbolo di un’ignoranza fuori dal comune. Il Comunismo non ha mai avuto a che fare col potere bancario anzi, l’ha sempre combattutto. Le stesse banche foraggiavano mafiosi, massoni e poi i fascisti per proteggere i privilegi delle classi dominanti, per via di uno spauracchio senza senso. Di certo il Comunismo faceva paura ma ai disonesti, lo trovo giusto. Il paradosso del Nazi-fascismo (uno dei tanti) che odiava tanto il Giudaismo, è che veniva foraggiato proprio dalle banche dei sionisti, oltre che ad ogni tipo di banca liberal-borghese. Monti è stato colui che ha messo la ciliegina sulla torta dopo i disastri dei governi di Berlusconi. Monti rappresenta tutto ciò che il Comunismo ha sempre combattuto. Quanto vi pagano per credere a ste cose? Io guadagno tanto a lavoro ma mi rendo conto che per i soldi, si fa veramente di tutto. 😀

Quando vedo un connazionale che diffonde queste cazzate, non mi viene voglia di aiutarlo o capirlo. Può essere disperato quanto vuole ma si merita tale disperazione. Gli esempi che ho riportato sono vecchi ma c’è sempre qualcuno pronto a credere a certe assurdità. Chi crede a sta roba, è peggiore di chi le crea… attenzione! 😀

Si, fanculo gli italiani medi. Buongiorno!

Ade Khan

Annunci

70 thoughts on “Riflessioni semplici e chiare

Add yours

  1. Purtroppo ci sono tanti esempi ancora più tristi. E gli idioti abboccano sempre. Ma questa massa di idioti poi va alle urne e si vedono i risultat. I risultati si chiamano Berlusconi, Renzi e Grillo … i grandi emulatori del populismo fascista creato da Mussolini (ucciso troppo tardi).
    C’è poco da ridere, FB ed i social sono fonti di balle date in pasto ad un esercito di creduloni. Ovviamente c’è una sola soluzione per questo sfacelo, e non si chiama certo censura, ma bensì cultura. Solo la cultura (ridotta dai nostri governanti ad orpello pressoché inutile) può risollevare le sorti del nostro povero paese. Solo con la cultura le persone inizieranno a ribellarsi, ma non invocando l’ennesimo populista-salvatore-della-patria, ma chiedendo che lavoro, sanità, diritti sociali, istruzione , accoglienza dei migranti, salvaguardia dei più deboli, siano i cardini della nostra nazione.
    Hasta la victoria siempre

    Liked by 1 persona

  2. E il miliardo e passa di morti del comunismo dove lo metti? Tu inneggi a una dittatura che ha causato,e continua a causare,milioni e milioni di morti in tutto il mondo! Non dici niente di chi gira con la maglietta rossa di un assassino? E sto parlando di Che Guevara. Chi studia storia sa bene tutto quello che ha fatto nei suoi gulag! Ma guai a dirlo,vero? Per la cronaca,chi studia storia sa anche che il Fascismo,oltre ad aver veramente realizzato tutto quello scritto nella vignetta,era contro il potere delle banche. Quindi non scrivere cazzate!

    Mi piace

    1. Siete stati pagati da quelle banche, poi fai te ahahhah. Fai parte di chi crede a tali assurdità? Beata te!
      Il Che non era Stalin, c’è qualcosa che non va. E si potrebbe continuare…

      Io mi batto per la Libertà e per altri valori, roba che te non sei in grado di capire.

      Mi piace

    1. spero che stia millantando, miss indianalakota. Insegna storia? Quale classe di concorso? In quale scuola? SE lei afferma che i comunisti hanno ammazzato un settimo della popolazione mondiale, spero che si renda conto dell’assurdità di tale dichiarazione. Dove ha letto questa scemenza? Un insegnante di storia la prima cosa che fa è esibire le proprie fonti. Ecco come mai il mondo va a rotoli, ci sono persone come lei che sparano cazzate senza nemmeno rendersi conto di quel che dicono ( un settimo della popolazione mondiale!!!)

      Liked by 1 persona

  3. Ahahah… Beh penso che ci voglia un livello mentale molto molto basso per credere alla notizia che uno zingaro (che poi è Lenny dei Motörhead) sia stato condannato (fra le altre cose) per falso in bilancio ahah È palese che è uno scherzo, chi ci crede è un ignorante uscito da una grotta. 😄

    La seconda è agghiacciante… Solo perché è vera! 😄

    Mi piace

    1. In che senso vera? Più che scherzi, chiamasi terrorismo mediatico. Obiettivo? Fomentare l’odio.
      La vignetta politica è la classica becera propaganda che dice che la Democrazia italiana ha fallito e quindi, occorre un ritorno al regime fascista che fece danni atroci e non solo da noi. Le Democrazie hanno fallito tutte perché borghesi e finanziarie ma un regime fascista è peggio, di gran lunga.
      Non si può credere a ste cose. Fai rivoltare nella tomba chi ha lottato per il bene di tutti in tempi passati.

      Liked by 1 persona

      1. Beh sono d’accordo, è chiaro che ci sono delle evidenti omissioni nella vignetta XD È vero anche però che, limitatamente alle argomentazioni esposte, ogni singolo punto è vero. Ad esempio l’ultimo punto (mi pare… Ora non lo vedo perché sono al cell… Quello sul lavoro, insomma) è vero. Io lo so perché vengo da una famiglia che ha una lunga tradizione come obiettori, assenteisti e disertori, cominciata già con mio nonno e mantenuta in vita anche da me. E so di come (tramite i racconti di mia nonna) il governo fascista riuscì a far lavorare mio nonno (!) mandandolo a lavorare forzatamente in Abissinia (territori conquistati ammazzando la popolazione nera locale con i gas…). Però ecco: è drammaticamente vero che di gente a casa a non fare niente non ne volevano.

        Fomentare l’odio? Beh no, queste sono vignette divertenti. Come ho detto solo un ignorante non capisce che sono ironiche. E qui emerge il VERO problema: quello (in una società che difende l’idea del diritto allo studio) del livello abissale di ignoranza che c’è e la conseguente necessità di intervenire nella speranza che le persone passino più tempo a studiare e non a mettere “mi piace” su Facebook. Perché se uno è vittima di questo tipo di ” terrorismo mediatico” se lo merita XD

        Mi piace

      2. Parli delle bombe del grande (si fa per dire) Generale Graziani, il peggior gerarca fascista. Si, conosco le vicende.
        Danni che paghiamo ancora oggi, tra l’altro!

        È divertente per noi che sappiamo ma per altri fa l’effetto contrario, dunque è terrorismo. Il terrore lo puoi fare con tanti mezzi oggi… è uno dei lati oscuri della tecnologia.
        Di certo, chi crede a tali assurdità è colluso col sistema… anche indirettamente.

        Liked by 1 persona

      3. E li pagano anche loro ancora… Infatti ci odiano e giustamente!

        Beh io penso che il vero terrorismo lo produca la società e lo stato che fa si che ci sia questa ignoranza. Come? Evidentemente con un sistema scolastico e di politica di lavoro che non funzionano. Infatti abbiamo gente che studia fino a quarant’anni per poi andare a rispondere in televisione (sbagliando!) alle domande di Jerry Scotti. Sono tempi molto molto cupi Gengis.

        Liked by 1 persona

      4. Tutto viene strumentalizzato, dunque si torna al mio discorso 😀
        Ignoranza a parte, si vive in una Società che non ha ancora smaltito l’odio (senza senso) per chi ha combattuto bene (comunisti e anarchici per esempio) anche se in maniere imperfette.
        Gli spauracchi e i metodi per diffondere questi spauracchi odierni (immigrati, zingari, ecc…) non sono tanto diversi dalle vecchie propagande borghesi (aggiungo pure quelle fasciste e quelle mafiose) contro gli operai e il Comunismo in generale.

        Il Capitalismo oramai è ripiegato su se stesso e non può che peggiorare (Marx lo sapeva circa 2 secoli fa, lui come altri) ma il punto è che fa marcire pure tante persone, quelle che poi vanno a credere di tutto perchè spinte a ragionare di panza. E’ più facile 😀
        La Rivoluzione è l’unica soluzione, non ne vedo altre.
        I proletari di ieri (come i miei nonni Partigiani) non avrebbero mai mosso guerra contro altri poveri anzi, li avrebbero motivati a marciare contro il Capitalismo e contro i padroni infami. Oggi vedi poveri contro poveri che fanno a gara a chi muore prima di fame… i ricconi poi, peggiori di quelli di ieri.

        Liked by 1 persona

      5. Si ma i presupposti che hanno portato a questo sono stato determinati da chi è venuto prima, a prescindere dalle intenzioni. Parlare di comunismo o fascismo oggi non ha più nessuna rilevanza e, in ogni caso (anche se è vero che un cambiamento vero può venire SOLO dalla rivoluzione) non bisogna mai dimenticare che qualsiasi spinta non produce e probabilmente non produrrà mai gli effetti voluti. Le ragioni sono tante e molte di queste sono intrinseche alla natura umana. Di fatto nessuna rivoluzione ha portato a un beneficio duraturo… Perché nel tempo le esigenze delle persone e delle nuove generazioni mutano, dettate anche dalle diverse esperienze (di vita, sociali, intellettuali, etc.). Quindi potremmo fare una nuova rivoluzione (con tutto ciò che comporta) anche domattina ma, nel giro di una generazione o due, lo scenario complessivo muterebbe ancora e gli stessi problemi di sempre si ripresenterebbero. L’unico modo per scongiurarlo sarebbe quello (come è già avvenuto, ad esempio nella Russia comunista o in contesti simili) dell’uso della forza, della censura e dell’indottrinamento. Ma questo ci porta al paradosso di negare la libertà individuale per preservare gli ideali di uguaglianza. E non se ne esce vivi.

        Forse consapevoli di questo conviene cercare un modo per fare bene senza fare troppi danni e lasciando governare a chi sa e può governare (cosa impossibile attualmente date le mostruosità prodotte dalle forzature della “democrazia”).

        Il capitalismo? Non so io ormai direi il monetarismo… Si è ripiegato su sé stesso e destinato a un collasso fisiologico che produrrà effetti apocalittici. Per quello dico che sono tempi cupi e lo saranno sempre di più. Forse, il disastro che ne conseguirà, farà si che avvenga una naturale rivoluzione che si differenzierà dalle altre…

        Mi piace

      6. Non condivido.
        I benefici delle Rivoluzioni comuniste sono durati fino alla fine, poi certo che sono stati fatti errori ma da alcune persone (rimane comunque gloria e onore a chi ha cambiato il Mondo in meglio) ma le conquiste furono tante, e sono quelle che oggi ci tolgono. Trovalo un sistema che ha dato la terra a chi la lavora, quello è stato il Socialismo. Lo puoi applicare in ogni settore, solo che a tanti non conviene perchè sono collusi col sistema e ci perdono tanto.
        L’Uguaglianza è giusta, perchè permette a tutti di emergere e guadagnare a seconda dei bisogni. Il Soviet ne fu un esempio ma potrei farne altri.
        Potrei consigliarti qualche libro, dato che sul Comunismo molti hanno detto cazzate. Nessuno ti dirà che i comunisti sono stati gli unici a combattere le mafie ed a prezzi assurdi (in Italia ne hanno ammazzati a centinaia).
        Non puoi di certo negare le conquiste dei miei nonni e dei miei genitori (quelle generazioni là, anche se parlo per esempi miei), perchè sono quelle che oggi ti negano in quanto scomode. 😀
        La forza va usata comunque, perchè serve anche quella. Bisogna usarla bene, quello è il trucco (esempi giusti di potere si trovano).
        Uno dei tanti pro del Comunismo è stata la Cultura: estesa a tutti e mai ridotta a beceri intellettualismi di sistema. Le riforme scolastiche sovietiche (Makarenko) sono state classificate le migliori, coi collettivi degli studenti autogestiti dagli studenti stessi (so figlio di maestra). Di cosa stiamo parlando? 😀

        Il monetarismo è Capitalismo. 😀

        Il Mondo cambia ma chi ha avuto ragione e chi torto rimane sempre. Anche se cambiano le esigenze, la Coscienza deve rimanere. Oggi manca la Coscienza, altrimenti i più si sarebbero ribellati da parecchio. Se mi dai una mail, ti scrivo qualche titolo interessante. Le uniche alternative valide sono, per me almeno: Comunismo e Keynes. Keynes offre un sistema misto interessante ma è sempre Capitalismo, non risolve per bene le esigenze collettive. Qua occorre rilanciare la Collettività. 😀

        Mi piace

      7. Si ma che effetti hanno prodotto? Il comunismo sovietico non ha prodotto nessun effetto positivo nè per il mondo nè per la Russia. Il totalitarismo (anche lì) ha il solo scopo di preservare l’ideologia. Ma l’ideologia non appartiene già più alle nuove generazioni e quindi diventa per forza di cose tirannia. Non c’è nessuna differenza tra la tirannia sovietica e quella nazi-fascista. Negare la libertà di pensiero è sempre una decisione che merita come conseguenza quella di essere annientati. E’ una strada che è stata percorsa, quella, è che non ha prodotto nessun beneficio se non miseria e paura. Ovviamente bissogna fare lo sforzo di pensare alle cose per il beneficio di tutti, se no non c’è nessuna differenza tra un prepotente e un altro.
        Chi parla di comunismo sovietico oggi è come chi si dice fascista: è un idiota e non sa cosa dice (tanto più che in un regime o comunista o nazifascista sarebbe il primo a essere deportato in un campo di concentramento o in un gulag XD).

        Mi piace

      8. Se parli di Stalin magari ok (i discorsi sono più complessi) ma Lenin o altri no, non ci siamo.
        Non dare di idiota a chi non conosci.
        Fra le mie mansioni, spunta pure quella di insegnare Storia nelle ripetizioni (forgio Coscienze). Non parli con una mezza sega, tanto per la cronaca 😄
        Gli Stati assoluti non sono tutti uguali Rospo, credimi.
        Ognuno si tiene il proprio parere e si fa prima. 😄

        Liked by 1 persona

      9. Non c’è nessuna differenza tra la tirannia sovietica e quella nazi-fascista??? … evvabbè, via così con le cazzate. Il discorso su Stalin è molto più complesso di quello che viene raccontato. Se si parla di dittatura sovietica sono tante le cose che andrebbero esaminate, a partire dal periodo in cui Stalin arrivò al potere. O si pensa di esaminare la storia di uno stato prescindendo dalla situazione politica mondiale? Io, comunista mai pentito, non sono mai stato uno stalinista (da piccolo mi presi anche qualche ceffone da mio babbo per questo motivo), ma nemmeno sono mai stato un antisovietico. In un mondo diviso a metà, con gli USA (il più grande stato terrorista del mondo, usando le parole di Noam Chomski) che cercavano di controllare pianeta, il sistema politico sovietico doveva difendersi con tutti i mezzi. Ecco, da qui dovremmo partire per analizzare lo stalinismo e quanto è accaduto dopo. Ma non mi sembra sinceramente questo un luogo adatto ad una pacata riflessione storica. Ovviamente ognuno può tenersi le proprie idee, ma non falsificare la storia.

        Liked by 1 persona

      10. Eccolo…. ho visto una bandiera rossa volare, sei stato te?
        Manco io sono pro Stalin ma va contestualizzato. Il nazifascismo ha aperto la via alla peggior feccia al potere (tutti borghesi reazionari e mafiosi) ma non può essere messo sullo stesso piano della bilancia dell’URSS o altri Paesi comunisti.
        Potrei fare un post più in là, vediamo….

        Bravo, hai citato il grande linguista!

        Mi piace

      11. “Collocare sul medesimo piano il comunismo russo e il nazifascismo in
        quanto entrambi sarebbero totalitari, nel migliore dei casi è
        superficialità, nel peggiore è fascismo. Chi insiste su questa
        equiparazione può ben ritenersi un democratico, in verità e nel fondo
        del cuore è in realtà già fascista, e di certo solo in modo apparente
        e insincero combatterà il fascismo, mentre riserverà tutto il suo odio
        al comunismo”.
        Thomas Mann, 1945

        Forse la conosci 😀

        Mi piace

      12. allora diciamo che non ho minimamente capito lo scambio di battute con VIKIBAUM … con reciproco abbandono dei blog ecc … so’ vecchio e limitato di comprendonio, ma mi è venuto a mente un vecchio libricino di Lenin:
        “l’estremismo, malattia infantile del comunismo”

        Liked by 1 persona

      13. Ci siamo sempre confrontati tanto io e lei e non sempre la si pensava in maniera simile. Che dire… pareri diversi.
        Non mi rodo il fegato, è un blog.

        Va bene combattere e spiegare le cose come stanno ma c’è anche altro.

        Mi piace

      14. Eh no,non si fa prima ahah! XD Il mio discorso è semplice (bada bene che io da quella parte ci sono stato… proprio quella eh): è chiaro che se ci fermiamo alla teoria si possono fare tante considerazioni, anche buone. Ma se poi osserviamo i fatti, la manifestazione concreta e la sua applicazione nella società di interesse non possiamo non ammettere che, di volta in volta, qualunque strada è fallimentare. Anche il nazismo è stato una gran pacchia per chi l’ha vissuto dal lato “giusto”. Anche meglio del comunismo… Ma una volta che facciamo lo sforzo di liberarci di un certo senso di appartenenza (motivato spesso da ragioni che non hanno a che vedere con la ragionevolezza) non possiamo che vedere che ogni scelta comporta più danni che vantaggi. A me non interessa Stalin, Hitler, Lenin e nessun altro: a me interessa la manifestazione concreta di quei pensieri e di quelle idee. La domanda è: il comunismo sovietico ha portato benessere – intrinseco e in generale – per il popolo russo? No: ha portato miseria e oppressione, forse anche più del nazismo dove chi stava dalla parte del governo partecipava al banchetto con estremo gaudio. Nella russia sovietica invece non c’era nemmeno questo: c’era una povertà, economica e ideologica, totale per tutti.
        Per quanto mi riguarda sono persuaso ormi del fatto che l’uomo è sempre uguale a sè stesso e quindi idiota perchè si fa ingannare di volta in volta da questa o quella bandiera senza vedere l’unica cosa che c’è da vedere, ovvero quello che è ovvio e manifesto.

        Tutto il resto è propaganda, compreso il “forgiare conoscienza” 😀 Chi più, chi meno, chi prima chi poi, se ne rende conto che al di là dell’impulso di fare propaganda, la storia non si può insegnare. Perchè ad insegnarla veramente sarebbe divertente. Insegnare storia vuol dire insegnare anche l’uomo. E allora non c’è uomo dell’est o dell’ovest che si distingue per nessuna ragione. L’uomo è uguale a sè stesso, sempre e non c’è nessuna soluzione definitiva, nè da una parte nè nel suo estremo opposto. Noi rispetto a certe cose pensiamo adddirittura di avere dei pareri… quali pareri? I morti sono morti. Se un’ideologia produce morte e miseria e fame non serve a niente e non è più valida di un’altra. 😉

        Mi piace

      15. Fai conto che io sto dalla parte degli Slavi per le Foibe, pur criticando gli eccessi ma le Lotte Partigiane sono giuste.
        Si potrebbe stare a parlare per nottate intere di ste cose ma non ne vale la pena.
        Le conquiste che oggi ci tolgono, sono le conquiste di quelle lotte che hai sminuito e storpiato. Hai i tuoi pareri ma ti invito a portare rispetto.
        La Storia si può insegnare, avoglia te. La insegno molto bene dai risultati che ottengo (tutte persone che sanno pensare bene e che hanno coraggio).
        Mi ha fatto piacere sto confronto ma finiamola qua, altrimenti mi tocca tirare fuori tutto il mio savoir-faire per spiegare le cose come stanno senza limitarmi a semplici pareri personali. D’altronde, è più facile fare come te e magari dire che i nazifascisti (che erano mafiosi, oltre che padroni) furono peggio dei comunisti o degli anarchici (hai legittimato la mafia, anche se magari non volevi farlo). La Russia veniva dallo Zarismo, per questo che non ha mai sviluppato un certo tipo di benessere. Già passare dalla servitù della gleba al lavoro salariato è stato un miracolo, anche se fatto dalle persone. Bisogna anche vedere chi sono i morti sai? Non parlo degli eccessi di giustizialismo. La Volante Rossa, da noi, si occupava di prendere fascisti e collaborazionisti sopravvissuti alla Resistenza. Per tanti sono eccessi ma per me (e non solo io) trattasi di Giustizia (è un esempio semplice ma ne possiamo fare tanti altri). Il cambiamento si ottiene a piccoli passi, non esiste tutto e subito… nemmeno nella più pura delle Ribellioni. Sono argomenti difficili Rospo, comprendo che non sono adatti a tutti. Buone cose!

        Mi piace

      16. Si capisco quello che dici ma vedi, non so quanti anni hai… ma anche io la pensavo come te, dopo crescendo appare chiaro che chi uccide è sempre un assassino e che quello che non produce bene per tutti non è bene. Termini come “Giustizia” non significano nulla se sono giustificati da criteri arbitrari. Anche io la pensavo così sulle foibe, ora invece penso che se i metodi sono gli stessi e i risultati pure (ovvero ottenere dei diritti solo per alcuni) allora non c’è nessuna differenza se non quella della bandiera. Domani mattina ci sarà sempre un altro rivoluzionario che ce l’avrà con il rioluzionario di ieri che nel frattempo s’è fatto tiranno a sua volta.
        Sono argomenti difficili certo, lo so. Ciclicamente tutte le generazioni ci passano e ci si confrontano 😉 E questo è importante e comunque preferibile piuttosto che non pensare. Buone cose anche a te, anche se non credo che ce ne siano tante all’orizzonte (per nessuno) XD

        Mi piace

      17. Per me ci sono, non preoccuparti.

        L’età non c’entra, so di cosa parlo. I Partigiani portano Libertà e la Libertà ha un prezzo. Quello che gli italiani fascisti fecero là (assieme a nazisti e Ustascia) è stato aberrante. I metodi degli Slavi (dei ribelli dico) furono giusti anche se spietati ma cosa dovevano fare?
        Siamo diversi… io discendo da generazioni rivoluzionarie, tutto qua (mio bisnonno stava negli Arditi del Popolo, la prima difesa armata contro i fascisti).
        La differenza fra un Partigiano e un oppressore è sempre come il giorno e la notte.
        Ho 25 anni ma l’età non c’entra, è solo una scusa. Per me è più assassino chi usa la Democrazia per mettere alla fame, piuttosto di un rivoluzionario che fa piazza pulita dei nemici (che è giusto, per quanto mi riguarda).
        Non siamo ancora ai livelli del Nazifascismo ma se si continua così, ci si ritorna anche se saranno in salse diverse.
        Le classi dominanti usano sempre ogni scappatoia per mantenere i propri privilegi (mafia, poteri forti, reazionari, ecc…).

        Appendere un Duce è giusto, idem giustiziare uno Zar… è il Popolo che reclama Giustizia e non un tribunale di corrotti burocrati. Le più grandi conquiste sono state ottenute coi fucili o in punta di spada; storicamente provato.
        Poi certo, per forgiare il cosiddetto “Uomo nuovo” ci vuole tempo ma le basi ci sono e gli esempi interessanti ci sono stati.
        Parlando al presente, cioè alla situazione odierna, i presupposti per cambiare e forse fare meglio di ieri ci potrebbero pure essere ma manca la Coscienza e dunque, solo pochi vogliono un cambiamento più equo per tutti. Almeno per ora, di certo non si prevede il futuro. Le contraddizioni sono sempre all’ordine del giorno ma non si negano le conquiste. Mio nonno (come altri) mi ha lasciato testimonianze ben precise e non solo delle lotte. 😀

        Liked by 1 persona

      18. Signor Rospo (problemi suoi se si fa chiamare così), prima di scrivere certe cose come *** La domanda è: il comunismo sovietico ha portato benessere – intrinseco e in generale – per il popolo russo? No: ha portato miseria e oppressione, forse anche più del nazismo dove chi stava dalla parte del governo partecipava al banchetto con estremo gaudio.*** sarebbe bello che invece di dare retta a certa propaganda si informasse un minimo, specialmente sulle condizioni sociali ai tempi dell’URSS (istruzione di alto livello garantita per tutti, sistema sanitario garantito per tutti, lavoro garantito per tutti). Ci sarebbero tante cose da dire contro il sistema sovietico (non l’ho mai amato, sono un anarco-comunista, ma per piacere almeno non scriva panzane).
        Sull’uccidere .. qui il discorso si fa molto molto delicato. Una cosa è certa, se i partigiani si fossero astenuti dall’uccidere chissà come sarebbe andata a finire. Le rivoluzioni non si fanno dando bacini sulle guance. A volte il popolo e le avanguardie rivoluzionarie devono obbligatoriamente prendere le armi in pugno. Non le piacerà quello che dico, il mondo è bello proprio perché è vario. Io rispetto tutte le idee politiche meno quelle razziste e fasciste, per quelle non ho alcun rispetto (i fascisti ed i razzisti vanno combattuti in tutti i modi possibili, anche con le armi quando altre alternative non sono possibili).
        Sono essenzialmente un pacifista, ma nel senso comunista del termine, ovvero la pace come conquista sociale, non come atto passivo in cui gli inermi e gli oppressi subiscono in silenzio.
        PS prima che scriva anche a me che crescendo vedrò le cose in un altro modo … ho 59 anni, e non ho mai cambiato idee politiche.

        Liked by 1 persona

  4. ti lascio un commento oggi perché davvero, la rete si è esibita al peggio. Dividiamo per favore londra da torino…mi spiace ma la paura fa novanta e non dovremmo averne…e chi mi segue sa il perché, chi legge…ora , aparte le povere madri che hanno fatto della rete un mare di pianto…ade…io manco più un like ti lascio dopo che permetti a una che ha bisogno di farsi vedere da uno bravo di commentare qui. Per me hai chiuso, in casa mia non metti più piede perché vedi lasciar aperte le porte, tutte, per me non è apertura mentale, ma solo sporcizia che ti si accumula in casa . e io odio certa sporcizia. se va bene a te, niente da dire, tienitela ma non venire più da me: le mie idee son poche ma certe sia nel reae che nella rete e certa spazzatura che per altro, dovrebbe essere intrisa di umano amore perché ha appena partorito 😀 la mando alle discariche. e chiudo

    Mi piace

    1. So sempre stato aperto con tutti Viki. Capisco il tuo ragionamento ma non è successo nulla di grave. Sono solo parole, no?
      Noi sappiamo come è la Storia, perciò. XD
      Io ti ho sempre rispettata ma non condivido questo tuo astio nei miei confronti. Non l’ho mica offeso io il Che.
      Se vuoi che lascio il tuo blog va bene, no problem. La odio anch’io certa sporcizia, non preoccuparti.
      Io so sempre stato coerente Viki, mi basta.
      Stammi bene!

      Liked by 1 persona

      1. perché non sono solo parole, le parole si traducono in fatti, se non succede è perché certi eventi non lo permettono. questa non è libertà di parola è travisare la realtà, è il delitto più obbrobrioso di tutti : la menzogna in nome del razzismo e del fascismo . quindi mi ripeto…stammi bene

        Mi piace

      2. “Sono solo parole” nel senso che è un confronto, come tutti gli altri.
        Sono antifascista da sempre (antirazzista poi, al max), sfondi porte aperte e lo sai 😀
        Non sarà di certo un’opinione di una persona che segue idee diverse dalle nostre a far cadere ogni cosa bella per cui ci battiamo.

        Mi piace

      3. ma dice menzogne , inventa, travisa…son questi gli elementi da combattere sempre e ovunque. e non con il tono tuo da salotto. e comunque chiudo qui, davvero, siamo molto diversi.

        Mi piace

      4. Certo che bisogna combattere. Mai usato toni da salotto e poi, in Rete al massimo puoi confrontarti.
        Le battaglie, quelle vere, si fanno fuori… quelle poche che si possono fare. Zero salotti, non è la mia natura.

        Mi piace

  5. La cosa assurda è che fb è considerato il posto di massima condivisione x condividere notizie e cronaca…. non si pensa ai giornali. .. mai… no… e pi si condividono miriade di cazzate… e la gente condivide e ricondivide…. nessuno condivide mai una raccolta firme sull’abolire ogni tipo di pensione diversa da una standar???? Siamo popolo allora decidiamo… non siamo capre !

    Mi piace

    1. Anche i giornali oramai sono parte del potere, non ci farei affidamento al max.
      L’unica soluzione è pensare, per bene. Finché lo fanno i soliti cambia poco ma quando lo faranno tutti, spero, cambierà tutto.

      Mi piace

  6. Come hai ben detto: Il Comunismo non ha mai avuto a che fare col potere bancario anzi, l’ha sempre combattutto
    e infatti il comunismo non esiste più, basta vedere tutte le leggi pro-banche fatte dal governo Renzi.

    Mi piace

      1. Esatto, dopo Berlinguer è stato un decadimento totale, con Renzi poi si è toccato il fondo, anche che come si suol dire, al peggio non c’è mai fine….
        A parte questo, personalmente la politica mi fa schifo in generale, ma dall’opinione che mi sono fatta, di qualsiasi partito si stia parlando, non c’è mai stato solo il bene o solo il male tutto da una parte. (opinione personale) e qui chiudo.

        Mi piace

      2. Renzi è della DC; il PCI ha mantenuto la sua gloria fino alla fine (1991).
        La Sinistra venuta fuori dopo il PCI (che per me non è Sinistra, salvo qualche eccezione), è un’altra storia.

        Difficile trovare del buono in partiti tipo la DC o magari i partiti fascisti.
        Io vengo da famiglie di rivoluzionari e partigiani. 🙂

        Mi piace

  7. Premessa: non ho letto tutti i commenti precedenti (alcuni si, altri no). Mi soffermo sulle due immagini. Se chi le ha create pensava di fare della satira, beh… a me non ha fatto ridere! Se invece crede in quello che ha scritto… beh crede a delle bufale smentite dai fatti e dalla storia!
    Come ha scritto qualcun altro, queste bufale si combattono con la cultura e non con la censura… e forse anche non ridiffondendole, perchè anche fare un post i cui si demoliscono, dà a queste bufale una visibilità che non si meritano affatto. Secondo me il primo passo è ignorarle… i seguenti passi è fare dei post in cui si raccontano le cose come stanno (senza però dare a chi ha creato i file la soddisfazione di vederli pubblicati)….

    Mi piace

      1. Io le avevo considerate due perchè le prime due foto sono uguali. Concordo che quella con Mussolini/Monti è la peggiore. Quando dico di ignorare non vuol dire far finta di niente… vuol dire riconoscere che è una cazzata di basso livello e che perciò non merita di essere riprodotta, commentata, ripostata… Dare valore ad una cazzata del genere vuol dire abbassarsi al livello di chi l’ha creata, diffusa e riproposta con la conseguenza di finire in un botta e risposta polemico infinito con chi l’ha fatta o con i troll che la condividono… Cosa si può fare quando si vede una foto o un post simile? Ad esempio fare un post con le tue ragioni e con qualcosa di un livello un pochino più alto… Ad esempio uno scritto di Gramsci, ma va bene anche Ascanio Celestini o perfino Zoro e Makkox. E poi secondo me ha più successo chi risponde a queste provocazioni con della sana ironia…. come in questo caso https://dovegirailsole.blogspot.it/2016/06/la-dove-cera-una-svastica.html

        Mi piace

      2. Mi sa che non hai compreso chi sono. Cerca il mio post sul 25 aprile.
        Senza offesa ma non hai nulla da insegnarmi. Non ho dato valore alle cazzate ma ho scritto posizioni precise, attenzione.

        Mi pare di averti spiegato chi sono, nel tuo post.

        Liked by 1 persona

      3. Pensa che insegno un bel po’ di materie nelle ripetizioni. Gramsci non manca mai, come altri… molti altri.
        Occorre far capire sempre chi è dalla parte sbagliata della barricata. Ben vengano le persone che muovono le giuste critiche, riportando anche esempi pratici. Appena sono col pc, apro il link che hai messo nel commento.

        Liked by 1 persona

Fammi paura con ciò che pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: