UNA PICCOLA STORIA IGNOBILE

L’Italia sta ripiegando in direzioni assurde. Giulio Cavalli riesce sempre a spiegare in maniere più che perfette, tutto ciò che succede (nel bene e nel male). Ben vengano persone del genere. Qua non è solo colpa di chi sta al potere; la colpa va a quello strato di Popolazione che è corrotta fino al midollo. Questo, tra l’altro, è un problema mondiale. Finchè si perde tempo con ste cose, difficilmente si potranno capire i reali problemi che viviamo e soprattutto, da dove vengono (sistema, capitale, finanza, ecc…).

Buon weekend da Ade

ALGANEWS

DI GIULIO CAVALLI

C’è un bambino. Chiamiamolo Andrea. Immaginatelo scuro o con i capelli più folti rispetto agli Andrea che avevate per nonni. I suoi, di nonni, come i suoi genitori sono di un Paese qualsiasi in giro per il mondo, non importa quale: anche Andrea non c’è mai stato, non l’ha mai visto, non conosce nessuno. Andrea è nato a Milano. Poi è cresciuto. Parla milanese, pensa milanese, si siede ad aspettare sugli scalini del Duomo, litiga con i ghisa, mangia nebbia tutti gli inverni, ha in camera il poster di Zanetti, frequenta con buoni risultati il Liceo Parini (anche se si impegna sempre troppo poco) e organizza barbecue di nascosto all’Idroscalo.

Andrea ha 16 anni. Ed è apolide. Senza nazionalità. Non può avere la cittadinanza fino all’età di 18 anni. Per la legge italiana (lo “ius sanguinis” della legge 92 del 1991) deve avere un genitore italiano e…

View original post 185 altre parole

Annunci

15 thoughts on “UNA PICCOLA STORIA IGNOBILE

    1. Perchè in Italia, per essere italiano, devi essere: cattolico, mafioso, fascista e devi odiare tutto quello che non rispecchia i tuoi canoni. Il “vero italiano” oggi è così… più che vero italiano è un vero imbecille 😀

      Se nasci in Italia sei italiano, in ogni Paese civile funziona così. Al limite si dice “italiano ma di origine”…. ma comunque italiano.

      Liked by 2 people

Fammi paura con ciò che pensi...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...